Alluce valgo | Nizza

L'alluce valgo è la condizione del piede più comune. Questa deformità progressiva si manifesta con una deviazione esagerata dell'alluce verso l'esterno del piede e con la comparsa di una protuberanza (o esostosi, comunemente chiamata "bunion") all'articolazione.

Chirurgia del piede | Alluce valgo | Nizza

COSA CAUSA L'ALLUCE VALGO

Le donne sono più inclini aalluce valgo Essi rappresentano più del 90% dei casi. Il danno è maggiore intorno ai 50 anni, quando i cambiamenti ormonali dovuti alla menopausa portano all'iperlaxità, che favorisce la deformazione.

Inoltre, anche l'uso di scarpe strette con punta e/o tacchi alti contribuisce fortemente alla deformità. Ereditarietà: nel 30% dei casi è presente una fattore famiglia. Sovrappeso. Piedi egiziani Essi rappresentano il 75% dei casi. L'eccesso di lunghezza dell'alluce rispetto alle altre dita costringe l'alluce a ripiegarsi nella scarpaQuesto è particolarmente vero quando quest'ultimo è stretto e appuntito.

COME SI SVILUPPA L'ALLUCE VALGO?

Alluce valgo è una deformità progressiva. È accompagnata da un dolore crescente al camminare e alla ferratura, a volte associato a una sensazione di intorpidimento dell'alluce. Inizialmente, Alluce valgo risulta in una deformazione isolata del alluceQuesto è associato al dolore nell'esostosi (bunion). Inserire l'immagine dialluce valgo Nell'esostosi può verificarsi una borsite infiammatoria: l'alluce valgo è gonfio, rosso e dolente. Può ulcerarsi e provocare un'infezione. Inserire l'immagine della borsite infiammatoria.

Quando Alluce valgo continua ad evolversi, l'alluce continua a deviare, "spingendo" così sul 2° dito del piede. Per trovare spazio, il 2° dito del piede si arriccia in un artiglio: è la cosiddetta sindrome del 2° raggio Inserisci un'immagine dialluce valgo con il 2° dito del piede in artiglio La deformità si estenderà poi progressivamente a tutto il piede, deformando le altre dita in artiglio. Le dita ritratte entreranno in conflitto con la scarpa, provocando dolorosi calli (accumulo di pelle) sulle dita dei piedi.

Allo stesso tempo, sotto l'effetto dell'artiglio del 2° dito del piede, l'alluce sublusserà o addirittura si dislocherà, dando origine alla metatarsalgia (dolore quando si preme sull'avampiede). Inserire un'immagine di sublussazione + immagine di metatarsalgia Più ilAlluce valgo viene corretto prima, migliori sono i risultati. Si raccomanda quindi di non aspettare che la deformità sia troppo grande per consultare un medico.

QUANDO DOVREI VEDERE UN CHIRURGO DEL PIEDE?

L'inizio del dolore quando si cammina e la difficoltà a mettere le scarpe.

QUALI SONO I TRATTAMENTI PER L'ALLUCE VALGO? A Nizza?

Qualunque sia l'evoluzione di alluce valgoQuando si indossa una scarpa, si raccomanda di indossare scarpe larghe o addirittura aperte per evitare il conflitto dell'esostosi (bunion) contro la scarpa. Quando alluce valgo è in fase iniziale, non è molto dolorosa ed è riducibile: un'ortopedia (prescritta da un podologo) può essere sufficiente per correggere la deformità. Quando la deformità è fissa, l'ortoplastica non serve a nulla.

Quando alluce valgo è avanzato, solo la chirurgia può correggere la deformità e fermare la sua evoluzione. Indossare inserti ortopedici e ortesi può, tuttavia, limitare il dolore fino a quando l'operazione può essere effettuata.

QUAL È IL TRATTAMENTO CHIRURGICO?

Il trattamento chirurgico mira a riallineare il alluce. Si esegue in 2 fasi: la prima mira a riasfaltare il metatarso, la seconda a riasfaltare la falange. Riallineamento metatarsale: il chirurgo esegue un taglio (osteotomia) a forma di saetta nell'osso, per traslare le due parti ossee una sull'altra e raddrizzare il metatarso.

Riassetto della 1a falange: il chirurgo esegue un taglio smussato (osteotomia) sulla falange, al fine di riassestarla e, se necessario, accorciarla. Questo intervento consente anche di correggere un eventuale disturbo di rotazione dell'alluce. In caso di artigli sulle altre dita e/o metatarsalgia, saranno necessari altri interventi per correggere queste deformità.

COS'È LA CHIRURGIA PERCUTANEA O MINIMAMENTE INVASIVA?

La chirurgia percutanea dell'avampiede è iniziata 30 anni fa negli Stati Uniti e si è recentemente diffusa in Francia attraverso la Spagna. È un metodo per operare sul piede inserendo strumenti attraverso incisioni molto brevi. Le procedure ossee (osteotomie) non vengono eseguite "a cielo aperto", ma attraverso una piccola incisione o addirittura attraverso la pelle. Questa tecnica soddisfa i seguenti requisiti l'evoluzione della chirurgia attuale.

Limita l'aggressione al minimo indispensabile, permettendo così una forte riduzione del dolore postoperatorio, una riduzione della durata dell'inabilità e una virtuale assenza di cicatrici. Tuttavia, non può essere applicato a tutte le deformità o patologie dell'avampiede. Il suo utilizzo deve essere deciso dal chirurgo secondo precisi criteri clinici e radiologici. È sempre più comune sulle dita laterali per trattare gli artigli delle dita e la metatarsalgia (calli plantari), ma è riservato solo al trattamento di alcuni alluce valgo per il alluce. Infatti, la combinazione di "open-cut" (tecnica classica) e di minimamente invasivo è comune per trattare efficacemente un avampiede.

Progressi in chirurgia : Chirurgia mininvasiva per l'alluce valgo | Nizza

Ridurre l'incisione, limitare l'aggressione della pelle e semplificare il periodo postoperatorio sono sempre stati un'ossessione in chirurgia, in particolare in ortopedia. Grazie ai progressi tecnologici (telecamere e ottiche artroscopiche per esempio), lo sviluppo di strumenti specifici e il miglioramento delle pratiche chirurgiche, la chirurgia mininvasiva è diventata possibile per molti interventi. (interventi alla mano, alla spalla, al ginocchio...)

La chirurgia del piede, come altre specialità chirurgiche, approfitta costantemente delle ultime innovazioni tecnologiche per arricchirsi e progredire verso un approccio minimale, soprattutto perché questa chirurgia ha una componente estetica importante da prendere in considerazione.

 

Principi di trattamento dell'alluce valgo | Nizza


Osteotomia "SCARF" del primo metatarso


it_ITItalian